Sei In Una Relazione Di Co-dipendenza? Scoprilo…

Come porre dei limiti alle relazioni non sane

È difficile per le persone tracciare delle linee che possano portare qualcuno ad allontanarsi o a essere scontento. Gli individui con relazioni co-dipendenti sono spesso spaventati dal rifiuto e permettono a questa paura di guidare le loro decisioni. Arriveremo al punto di sacrificare i nostri confini per il bene della relazione. La tendenza a compiacere le persone rende difficile dire “no”. Un’alternativa è prendere le nostre decisioni sulla base della comprensione e del rispetto che abbiamo per noi stessi, il nostro partner e la relazione – piuttosto che sulla paura. Si tratta di stabilire dei limiti per costruire una relazione sana e sostenibile in cui le persone coinvolte sentano di avere abbastanza spazio e protezione per essere se stesse.

  • Responsabilità. Possiamo sentire un esagerato senso di responsabilità nel prenderci cura dell’altra persona in una relazione co-dipendente. Questo spesso accompagna il prendersi cura degli altri più che di noi stessi e scegliere di soddisfare i loro bisogni piuttosto che i nostri. Di solito va di pari passo con il sacrificarsi costantemente in modo sproporzionato per l’altra persona.
  • Assumiamo il ruolo di un custode, cercando di aiutare o “sistemare” l’altra persona (anche se la persona non vuole che lo facciamo). Anche questo è alimentato dalla paura e dal nostro desiderio di essere “utili” o avere il controllo.

Un’alternativa è smettere di romanzare l’auto-abbandono. Dovremmo assolutamente preoccuparci del nostro partner, ma questo non dovrebbe violare il modo in cui ci prendiamo cura di noi stessi (almeno non su base continuativa). Dobbiamo discernere ciò che è nostra responsabilità e ciò che non lo è. Prendere la responsabilità del partner come nostra può creare una relazione non equamente distribuita e gravosa.

La mancanza di identità, di interessi e di valori al di fuori della relazione è una caratteristica comune della co-dipendenza. Questo è quando quasi cessiamo di esistere senza il nostro partner e la relazione.

Un’alternativa è fare in modo che la nostra vita giri intorno a noi, e non al nostro partner. Dobbiamo guardarci dal perdere noi stessi in una relazione. Quando perdiamo di vista chi siamo, la nostra relazione ne soffrirà. Se non capiamo chi siamo, come sappiamo chi è il nostro partner in una relazione?

Trascorrere del tempo a coltivare la nostra relazione con noi stessi e l’amore per noi stessi, alla fine gioverà alle nostre relazioni con gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SONO

Benedetta Gherardini

Ciao! Sono Benedetta Gherardini, una Mental Coach Relazionale certificata ACC specializzata in Relazioni e crescita personale, Coach, consulente e scrittrice.

SOCIAL

Mental Coaching Relazionale

Diventa la migliore versione di te stessa

Articoli Recenti

Scegli il tuo percorso

Categorie

Edit Template

Vuoi essere Contatta/o e ricevere Promozioni? Iscriviti alla mia Newsletter!

Grazie Mille!